Ordine Professioni Sanitarie Cuneo

ISCRIZIONE all’Albo – primo anno

La seguente guida è scritta per coloro che devono procedere a richiedere l’iscrizione all’Albo, di una delle 18 professioni gestite dall’Ordine TSRM-PSTRP [Elenco deducibile dal menu a tendina “Albi”].

Se sei già iscritto, segui questo link.

Se NON sei ancora iscritto, continua nella lettura.

In primis, verifica di avere titolo abilitante alla professione per la quale vuoi richiedere l’iscrizione al relativo Albo. Per i neo-laureati (dopo il 2018) è semplice: il titolo di studio abilitante è la Laurea della classe SNT con la medesima denominazione della professione. Per chi ha invece concluso il percorso di studi in passato la situazione è eterogenea per cui, in caso di dubbi, è consigliabile richiedere informazioni a: cuneo@tsrm.org

Effettuata questa verifica preliminare, accedere a: amministrazione.alboweb.net/ e creare un account,

con l’accortezza di inserire dati veritieri e corretti, fondamentali quelli di contatto: mail e telefono [inserire quelli personali, non quelli di lavoro nè quelli di famigliari]. Attenzione: viene richiesto (facoltativamente) di inserire un indirizzo PEC personale; non inserire in questo campo una mail tradizionale; se non possiedi una PEC personale, non preoccuparti, alla fine dell’iter, l’Ordine te ne fornirà una d’ufficio senza costi aggiuntivi.

In caso di dubbi: guida registrazione e accesso in piattaforma;

Dopo di che aprire la domanda di iscrizione.

In caso di dubbi: guida presentazione domanda iscrizione albo;

ITER della domanda di iscrizione:

La domanda viene creata in status “DA INVIARE”. Attenzione: l’iscrizione ha valore per l’anno solare e non è frazionabile; per cui una domanda aperta a fine anno [ad esempio il 30/12/2021] necessiterà della corresponsione della Tassa di Iscrizione Primo Anno solare di apertura [ad esempio TIA primo anno 2021] e, una volta finalizzata, regolarizzerà la posizione rispetto al reato C.P.art.348 dal 01 gennaio [nel nostro esempio: domanda aperta il 30/12/2021, pagamento TIA primo anno relativo al 2021, deliberata nel 2022, regolarizzazione posizione dal 01.01.2021 in poi]. Approfondimento: reato C.P.art.348 (ndr. Abuso di professione).

Viene richiesto di allegare alla domanda:

  • Codice Fiscale: ovvero tessera sanitaria in corso di validità. Allega foto comprensiva di avanti e retro del documento.  Controlla che non sia scaduta!
  • Documento d’Identità: ovvero carta d’identità cartacea o elettronica in corso di validità. Allega foto comprensiva di avanti e retro del documento. Controlla che non sia scaduta!
  • Autocertificazione: scarica il modulo dal link sottostante, verifica i dati, firma il documento, scannerizzalo (foto in alta definizione), e allega il file. Se ti accorgessi di inesattezze: clicca su “Modifica dati della domanda” e poi ristampa il modulo indicato.
  • Titolo Abilitante: puoi allegare la pergamena di Laurea, ma, se ancora non la possiedi, puoi allegare il modulo di autocertificazione del percorso di studi rilasciato dall’università con il dettaglio degli esami sostenuti: “DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONI”. Devi allegare tutte le pagine e ricorda di datarlo e firmarlo al fondo.

Al termine clicca su “Invia Documentazione”.

La domanda passa nello status di “INVIATA”.

Ora, per poter essere valutata dalla Commissione di Albo, è necessario che tu proceda a regolare i diritti di segreteria, che trovi nel cassetto pagamenti.

Il valutatore la prenderà in carico –> status “IN VALUTAZIONE”.

Egli potrà:

  • Dare parere positivo all’iscrizione: la domanda passa in status di “ACCOLTA”.
  • Dare parere negativo all’iscrizione: la domanda passa in status di “NON ACCOLTA”.
  • Chiederti integrazioni e/o correzioni alla domanda: la domanda passa in status di “VALUTAZIONE SOSPESA”.

Cosa fare in “VALUTAZIONE SOSPESA”:

  • accedere al portale, selezionare la domanda, e procedere a rispondere al messaggio del valutatore, allegando, negli appositi campi, quanto richiesto. La domanda passa quindi in “VALUTAZIONE SOSPESA INTEGRATA” ed è consigliabile sorvegliare l’iter. Il valutatore solitamente risponde in pochi giorni lavorativi, e potrebbe richiedere altre integrazioni.

Cosa fare in “NON ACCOLTA”:

  • Ti verrà inviato un preavviso di rigetto, al quale puoi rispondere con le tue contro-deduzioni.
  • Nel caso in cui il Consiglio Direttivo accolga la tua risposta, si ripassa la domanda in valutazione.
  • Nel caso in cui non rispondessi o gli elementi forniti non fossero sufficienti a variare la valutazione espressa, riceverai la comunicazione di rigetto, e la tua domanda passa nello status “RIGETTATA”. Potrai aprirne un’altra in qualsiasi momento. E’ sconsigliabile riaprire una domanda se non si è proceduto al completamento di un percorso di studi idoneo all’accoglimento della tua futura domanda.

Cosa fare in “ACCOLTA”: E’ necessario procedere con l’allegare alla pratica:

  • Domanda di iscrizione: scarica il modulo di domanda, apponi marca da bollo, data, firma, scannerizzala (foto in alta definizione), e allega il file. Attenzione, errore comune: la data della domanda di iscrizione deve essere uguale o successiva a quella presente sulla marca da bollo.
  • Ricevuta tassa concessione governativa: Occorre pagare questa tassa con bollettino postale ed allegare in questo campo la ricevuta. Attenzione a compilare con precisione il bollettino. Guida al pagamento della tassa di concessione governativa: https://www.ordineprofessionisanitariecuneo.org/FILE/Documenti vari/guida-pagamento-tassa-concessione-governativa.pdf
  • Fototessera: allegare foto di riconoscimento.
  • Infine: tasto BLU: “Invia documentazione”.

La domanda passa quindi in status “COMPLETATA” ed è già possibile procedere al regolamento della Tassa di Iscrizione relativa al primo anno (consigliabile effettuarlo subito per velocizzare l’iter).

La segreteria prenderà in carico la tua domanda (status “IN APPROVAZIONE”) e potrà richiederti integrazioni e/o correzioni alla documentazione presentata portando la pratica in status “APPROVAZIONE SOSPESA”.

Accedere al portale, selezionare la domanda, e procedere a rispondere al messaggio della segreteria, allegando, negli appositi campi, quanto richiesto. La domanda passa quindi in “APPROVAZIONE SOSPESA INTEGRATA” ed è consigliabile sorvegliare l’iter. La segreteria solitamente risponde in pochi giorni lavorativi, e potrebbe richiedere altre integrazioni.

Nel momento in cui la segreteria verifica la conformità di quanto allegato la domanda passa in status di “APPROVATA”.

Occorre quindi controllare di aver regolato il pagamento della Tassa di Iscrizione relativa al primo anno, necessario per concludere l’iter.

Il procedimento si conclude con la delibera di iscrizione —> status “DELIBERATA”.

Adempimenti dopo l’iscrizione:

Se già non possiedi una PEC, e quindi non l’hai indicata in fase di compilazione, l’Ordine te ne fornisce una d’ufficio, senza costi aggiuntivi. Ricordati di attivarla: possedere un domicilio digitale, ovvero un indirizzo PEC, è un obbligo di legge per i professionisti sanitari (pena la sospensione dall’esercizio della professione). Per l’importanza delle comunicazioni ivi recapitate, con lo stesso valore di una raccomandata A/R ritirata, ricordati di attivare le notifiche di tutti i messaggi PEC in arrivo (su una mail aperta quotidianamente, con SMS, o con APP del gestore servizio PEC…). Approfondimento PEC

Obbligo Assicurazione: I professionisti sanitari sono obbligati per legge ad essere assicurati per la colpa grave quando esercitano la professione sanitaria. La Federazione Nazionale Ordini [F.N.O.] TSRM-PSTRP mette a disposizione di tutti gli iscritti la possibilità di stipulare una polizza conforme ai dettami di legge. E’ chiaramente lasciata libera la scelta ad ognuno di assicurarsi presso altra compagnia. Approfondimento assicurazione

Formazione continua – ECM: Il professionista sanitario ha l’obbligo di curare la propria formazione e competenza professionale nell’interesse della salute individuale e collettiva. La partecipazione alle attività di formazione continua costituisce requisito indispensabile per svolgere attività professionale in qualità di dipendente o libero professionista. Il professionista sanitario può conoscere in ogni momento, tramite l’accesso all’anagrafe nazionale del COGEAPS, i crediti maturati e il proprio debito formativo complessivo. L’obbligo della formazione continua scatta dall’anno successivo alla delibera di iscrizione all’Ordine. I crediti ECM vengono erogati da provider accreditati che garantiscono livelli di qualità standardizzati [ricerca corsi su portale AGENAS]. I provider hanno 90 giorni di tempo dalla data di fine dell’evento per inviare all’Ente accreditante e al COGEAPS i nomi dei partecipanti che hanno acquisito i crediti. Tale principio vale anche per i corsi di formazione a distanza, i quali possono avere anche la durata di un anno (è pertanto possibile che per vedere comparire i crediti nel proprio profilo informatico, il professionista sanitario dovrà attendere 90 giorni a partire dalla data fine del corso e non da quella in cui ha personalmente terminato). Approfondimento ECM

Per qualsiasi informazione rivolgersi alla segreteria: cuneo@tsrm.org