Ordine Professioni Sanitarie Cuneo

Accesso civico e segnalazioni in materia di corruzione

Con la normativa FOIA (Freedom of Information Act), introdotta con decreto legislativo n. 97 del 2016, si riconosce la libertà di accedere alle informazioni in possesso delle pubbliche amministrazioni come diritto fondamentale, se non c’è il pericolo di compromettere altri interessi pubblici o privati rilevanti, indicati dalla legge. L’Accesso civico (semplice o generalizzato) è disciplinato dall’art. 5. del D.Lgs. 33 del 2013, sostituito dall’art. 6, del D.Lgs. n. 97 del 2016. In base ad esso, è diritto di chiunque richiedere alle pubbliche amministrazioni “documenti, informazioni o dati” senza necessità di dimostrare un interesse qualificato o legittimo.

 

ACCESSO CIVICO SEMPLICE:

E’ diritto di chiunque richiedere i“documenti, informazioni o dati”che le pubbliche amministrazioni hanno l’obbligo ”di pubblicare, nei casi in cui sia stata omessa la loro pubblicazione” (art. 6, del D.Lgs. n. 97 del 2016, comma 1). Per esempio è possibile richiedere dati che non siano stati pubblicati o che siano stati pubblicati solo parzialmente o non aggiornati, nella sezione “Amministrazione trasparente” del sito web dell’Ordine TSRM-PSTRP.

Per presentare una richiesta di Accesso civico semplice occorre compilare il MODULO 1 PDF- ACCESSO CIVICO SEMPLICE (mettere link) ed inviarlo all’attenzione del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT) dell’Ordine TSRM-PSTRP di Cuneo BOGLIO ELIDE all’indirizzo e-mail: boglio.e@ordineprofessionisanitariecuneo.org

In caso di accoglimento entro 30 giorni, l’amministrazione procede alla pubblicazione sul sito del documento, dell’informazione o del dato richiesto e comunicando contestualmente al richiedente l’avvenuta pubblicazione, indicando il collegamento ipertestuale.

Nel caso di ritardo o mancata risposta il richiedente può ricorrere al titolare del potere sostitutivo (art. 2, comma 9 bis della L. 241/1990), inviando il MODULO 2 PDF- SOLLECITO ACCESSO CIVICO al Presidente dell’Ordine TSRM-PSTRP di Cuneo DUTTO PAOLO all’indirizzo e-mail: dutto.p@ordineprofessionisanitariecuneo.org

 

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO

E’ diritto di chiunque accedere a dati e documenti ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione “nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti”. Lo scopo è quello di “favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche e di promuovere la partecipazione al dibattito pubblico” (art. 6, del D.Lgs. n. 97 del 2016, comma 2).

Per presentare una richiesta di Accesso civico generalizzato occorre compilare il MODULO 3 PDF- ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO ( mettere link) ed inviarlo all’attenzione dell’Ordine TSRM-PSTRP di Cuneo all’indirizzo PEC: cuneo@pec.tsrm.org

L’Ordine trasmette tempestivamente al responsabile del procedimento l’istanza per la relativa valutazione. I controinteressati possono presentare una motivata opposizione alla richiesta di accesso entro 10 giorni dalla ricezione della comunicazione dell’accesso compilando il MODULO 4 PDF- OPPOSIZIONE DEL CONTROINTERESSATO all’indirizzo PEC: cuneo@pec.tsrm.org.

In caso di accoglimento, l’Ordine allega alla risposta i dati e i documenti richiesti. Il richiedente, in caso di diniego dell’accesso o di mancata risposta entro 30 giorni dalla richiesta, oppure i controinteressati, nei casi di accoglimento della richiesta di accesso nonostante la loro motivata opposizione, possono presentare domanda di riesame al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza dell’Ordine TSRM-PSTRP di Cuneo BOGLIO ELIDE all’indirizzo e-mail: boglio.e@ordineprofessionisanitariecuneo.org con MODULO 5 PDF-ISTANZA DI RIESAME ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO. L’RPCT decide con provvedimento motivato entro il termine di 20 giorni.

 

L’istanza di accesso civico dovrà essere sottoscritta con firma autografa sulla stampa del modello, avendo cura di allegare copia di un documento di identità.

Il rilascio di dati o documenti è gratuito, salvo il rimborso del costo effettivamente sostenuto e documentato per la riproduzione su supporti materiali.

Le limitazioni all’accesso e l’ulteriore disciplina del procedimento sono stabiliti dagli artt. 5 e 5 bis del D.Lgs. 33 del 2013, sostituito dall’art. 6, comma 1, d.lgs. n. 97 del 2016.

L’accesso documentale è disciplinato e trattato secondo le norme e le modalità previste dalla legge 7 agosto 1990, n. 241, dal decreto del Presidente della Repubblica 12 aprile 2016, n. 184 e dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 27 giugno 2011, n. 143.

La tutela del diritto d’accesso civico è disciplinata dal D.Lgs. 2 luglio 2010 n. 104, Codice del Processo Amministrativo

 

ACCESSO AGLI ATTI

L’accesso agli atti e ai provvedimenti dell’Ordine o da esso stabilmente detenuti “è riconosciuto a tutti i soggetti privati, compresi quelli portatori di interessi pubblici o diffusi, che abbiano un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente a una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è richiesto l’accesso”. La richiesta deve indicare gli estremi per l’identificazione del documento, non sono ammesse richieste generiche relative a intere categorie di documenti. L’acquisizione di documenti amministrativi da parte di soggetti pubblici si informa al principio di leale cooperazione istituzionale, ai sensi dell’art. 22, co. 5, della l. 241/1990.

Nel caso di documenti che contengono dati sensibili e giudiziari, l’accesso è consentito nei limiti in cui sia strettamente indispensabile e nei termini previsti dall’art. 60 del D.Lgs 30 giugno 2003 n.196: “quando il trattamento concerne dati idonei a rivelare lo stato di salute o la vita sessuale, il trattamento è consentito se la situazione giuridicamente rilevante che si intende tutelare con la richiesta di accesso ai documenti amministrativi è di rango almeno pari ai diritti dell’ interessato, ovvero consiste in un diritto della personalità o in un altro diritto o libertà fondamentale e inviolabile”.

Per presentare una richiesta di Accesso agli atti occorre compilare il MODULO 6 PDF- ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI (mettere link) ed inviarlo all’attenzione dell’Ordine TSRM-PSTRP di Cuneo all’indirizzo PEC: cuneo@pec.tsrm.org

L’Ordine trasmette tempestivamente al responsabile del procedimento l’istanza per la relativa valutazione fornendo la risposta entro 30 giorni. La richiesta può essere accolta, rifiutata o differita, motivando il provvedimento. “Decorsi inutilmente trenta giorni dalla richiesta, questa si intende respinta. In caso di diniego dell’accesso…o di differimento dello stesso ai sensi dell’articolo 24, comma 4, il richiedente può presentare ricorso al tribunale amministrativo regionale … ovvero al difensore civico competente per ambito territoriale” (L. 241/1990, art. 25) 

Il registro degli accessi (REGISTRO RICHIESTE ACCESSO CIVICO) contiene l’elenco delle richieste di accesso presentante all’Ordine TSRM-PSTRP di Cuneo e riporta il tipo di richiesta (accesso civico generalizzato, accesso agli atti…), la data della richiesta, l’oggetto, presenza di contro interessati (SI/NO), data ed esito della risposta

Il registro viene aggiornato a cadenza semestrale, come previsto dalle Linee Guida ANAC – Delibera n° 1309/2016 allegato 1 e come confermato dalle disposizioni  della Delibera n°777 del 24 novembre 2021 riguardante le proposte di semplificazione per l’applicazione della normativa anticorruzione e trasparenza agli ordini professionali con  particolare riferimento all’All.1:Elenco degli obblighi di Pubblicazione per gli Ordini e Collegi professionali nazionali, nonché della Circ. Ministeriale per la semplificazione e la pubblica amministrazione N°2/2017.

 

 

MODULO 1- ACCESSO CIVICO SEMPLICE

MODULO 2- ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO

MODULO 3-  SOLLECITO ACCESSO CIVICO

MODULO 4-OPPOSIZIONE DEL CONTROINTERESSATO

MODULO 5-ISTANZA DI RIESAME ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO

MODULO 6 – ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGISTRO RICHIESTE ACCESSO CIVICO

 

 

 

 

RuoloNominativoIndirizzo PEC
Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT) dr.ssa BOGLIO Elide
.
DN6BIS_2020 RPCT
cuneo@pec.tsrm.org
Referente accesso civico in materia di Trasparenzadr.ssa BOGLIO Elidecuneo@pec.tsrm.org